ODISSEA 2017

ODISSEA 2017

ODISSEA 2017 nasce con due intenti principali: innanzitutto questa impresa vuole essere uno spunto di riflessione per l'uomo di oggi. Fino a che punto egli potrà sostenere i ritmi frenetici che gli vengono imposti da una società opprimente? Capita a tutti, almeno una volta nella vita di essere talmente stressato da pensare di chiudere baracca e burattini e partire per le Hawaii. Ma perché non trasformare una situazione pirandelliana in una straordinaria occasione di approfondimento culturale e spirituale? Perché non evadere per un po' di tempo dalla solita realtà quotidiana, dal grigiore dei palazzi di periferia e andare a respirare l'aria pura, incontaminata delle vette più alte del mondo, delle pianure più sperdute, dei deserti più disabitati? Cosa ci tiene vincolati ad uno schermo, ad una scrivania, ad un banco? Assaporiamo la libertà! Sentiamo l'adrenalina scorrere nelle nostre vene! Godiamo di ogni lacrima di sudore che gronda dalle nostre fronti! In un mondo dove tutto é dominato dalla potenza del petrolio e dalla velocità delle automobili, Odissea 2017 si pone l'obiettivo di dimostrare che é possibile viaggiare ad impatto 0 sull'ambiente. In questo contesto la bicicletta vuole essere presentata al mondo come il mezzo di trasporto del futuro più prossimo (essendo più economica, maneggevole e meno ingombrante di un'auto). Ma non solo! Andare in bici é uno sport e come tale, se svolto in maniera corretta, porta benefici al nostro fisico. Ecco perché intendiamo farci portavoce di uno stile di vita sano, in paesi dove l'alimentazione (obesità, anoressia, diabete) e cattive abitudini (fumo, alcol, droga) costituiscono una seria problematica. Infine, nel nostro progetto é previsto l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile (pannelli fotovoltaici per ottenere corrente elettrica). L'impresa non sarà in solitaria, ma in coppia. Il viaggio inizierà dall'Emilia Romagna verso metà settembre 2017. Il percorso si snoda attraverso la Francia alpina (Alpe d'Huez) , del Nord (Parigi) e del sud (Pirenei e Lourdes), Andorra, Spagna (Barcellona, Madrid,  Ponferrada, Santiago de Compostela), Portogallo (dal nord fino a Lisbona). Da qui abbiamo pianificato di prendere un volo per Buenos Aires con corrispondenza a Ushuaia (Terra del Fuoco, Argentina). Quindi dovrebbe iniziare la nostra risalita dalla Patagonia al Mar dei Caraibi. Attraverseremo numerose volte i passi andini in corrispondenza dei confini tra Argentina e Cile tra i quali la vera sfida nella sfida sarà il Nevado Ojos del Salado (5000mt), ma la maggior parte del percorso é previsto in Cile (Santiago, Paso Cristo Redentor de los Andes, Deserto di Atacama). Dopo il Cile affronteremo il Perù, risalendo fino al lago Titicaca e sforando per un pò in Bolivia. Una volta rientrati in Perù prenderemo la strada per Cuzco e Machu Picchu, per poi scendere verso il mare (Lima). Come strada di riferimento terremo sempre la Panamericana (va dalla Patagonia a Panama). Dopo essere stati in Perù, ci recheremo in Ecuador (Guayaquil, Quito), Colombia (Bogotà, Barrancabermeja, costa caraibica), Venezuela (Maracaibo). Abbiamo progettato di prendere un aereo da Monteria (Colombia) a Panama City (Panama), poiché il confine terrestre é invalicabile. Da Panama attraverseremo gli stati del Centroamerica: Costa Rica (San José, Puntarenas), Nicaragua (lago Nicaragua), Honduras  (Tegucigalpa), El Salvador  (San Salvador),  Guatemala  (Guatemala), Belize (Belmopàn, Belize City), Messico (Yucatan, Tabasco, Veracruz, Citlatepetl, Popocatepetl, Città del Messico, Guadalajara,  Golfo della California, Tijuana). Proseguiremo  negli Stati Uniti, facendo tappa in tutti i 50 stati. Dal Canada voleremo in Australia. Dopo averla attraversata da sud a nord prenderemo un aereo per l'Indonesia. Arriveremo quindi in Cina dopo aver valicato il Tibet, dirigendoci verso la Mongolia e da qui andremo in Kazakistan. Dopo aver girato i paesi dell'est Europa, ci dirigeremo a nord, in Scandinavia, salendo fino a capo Nord. Una volta raggiunta Oslo prenderemo un aereo per Edimburgo. Da qui percorreremo il Regno Unito in sella alle nostre bici fino al tunnel della Manica. Attraverseremo quindi Belgio e Paesi Bassi,  per arrivare a Dortmund (Germania). Da qui prenderemo un aereo per Città del Capo  (Sudafrica) e risaliremo il contintente da Sud a Nord lungo la costa bagnata dall'oceano Indiano. Arriveremo quindi in Egitto dove, con l'ultimo spostamento aereo voleremo da Il Cairo a Atene. Da qui percorreremo i Balcani e la Dalmazia interamente in bici, entrando finalmente in Italia dopo molto tempo dal Friuli-Venezia-Giulia.  Dopo aver percorso parte dell'arco alpino e conquistato cime prestigiose (Zoncolan, Monte Grappa, Gavia, Stelvio, Mortirolo), ritorneremo verso la tanto amata pianura spaccata in due dal Grande Fiume. Tengo a precisare che i fondi richiesti andranno a coprire solamente le spese di viaggio e NON verranno utilizzati per finalità di lucro.

Grazie per il sostegno. Intanto, aspettando il 2017 ci si allena...wink

 

Project by
Funding Period

Start Date: 10 Novembre 2015

End Date: 30 Giugno 2017

 

Principi Attivi 2012

“Vincitore del concorso - Giovani Idee per una Puglia Migliore”

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Regione Puglia
Principi Attivi